Come fotografare l’eclissi lunare totale venerdì 27 luglio 2018

//Come fotografare l’eclissi lunare totale venerdì 27 luglio 2018
  • Luna rossa completa

Come fotografare l’eclissi lunare totale venerdì 27 luglio 2018

L’eclissi lunare totale più lunga del 21 secolo si verificherà il 27 luglio 2018 e sarà visibile a tutti i fotografi italiani (copertura nuvolosa permettendo).
Lo spettacolo vedrà la luna diventare di un colore rossastro e arancione per oltre un’ora, il che può permetterci di ottenere fantastici scatti.
A differenza dell’eclissi solare, quella lunare è molto facile da catturare utilizzando qualsiasi fotocamera dotata di una focale decente.

In Italia, l’eclissi inizierà pochi minuti prima delle 21:00, quando la Luna sorgerà a sud-est.
La fase di totalità sarà tra le 21:30 e le 23:13, con il momento di massimo oscuramento alle 22:22 e terminerà all’1:30 del mattino del 28 luglio.

La prima cosa di cui abbiamo bisogno è un orizzonte libero da ostacoli in modo da poter massimizzare le possibilità di vedere il sorgere della luna color rosso.
Risultano molto utili app per smartphone come “Sun Surveyor” che permettono di pianificare con precisione gli scatti, prevedendo la posizione della luna nei vari orari.

Il rossore della luna verrà catturato al meglio utilizzando un obiettivo con focale equivalente di almeno 200 mm. Se l’obietivo è dotato di stabilizzazione, occorre disattivarla.
Ovviamente, occorre posizionare la fotoacamera su un treppiede utilizzando un comando remoto (a cavo, wifi, o infrarossi). Se non possediamo un comando di scatto remoto, per evitare le vibrazioni, dobbiamo attivare l’autoscatto.
Se la reflex lo supporta, torna utile utilizzare la funzione “blocco dello specchio”, che va ad eliminare le micro vibrazioni dovute al movimento di questo durante lo scatto.

Modalità di scatto

Consiglio di scattare in Manuale ma si possono ottenere buoni risultati anche in priorità di tempi o di diaframmi (magari impostando l’esposimetro in modalità SPOT)

Diaframma

Impostiamo un’apertura intorno a f/8 per sfruttare al meglio la nitidezza del nostro obiettivo

Sensibilità ISO

La sensibilità ISO può variare tra ISO 100 e 800 (ovviamente più bassi stiamo meglio è)

Tempo di scatto

La velocità dell’otturatore è un fattore chiave. Poiché la Luna orbita intorno alla Terra a una velocità molto alta, occorre impostare un tempo rapido per ottenere un’immagine ben nitida.
Per evitare il mosso, occorre non utilizzare mai una velocità dell’otturatore più lenta di 1/125 sec.

La Luna, durante la sua orbita, riceverà una quantità di luce variabile, quindi, lasciando invariati ISO e apertura, modificheremo solamente il tempo di scatto.

Dopo ogni scatto, è fondamentale controllare l’istogramma e le eventuali zone sovraesposte (avviso alte luci).

Eclissi, Luna rossa

Buon divertimento!

2018-07-26T20:49:02+00:00 News|